venerdì , 2 Dicembre 2022
Home attualità A Palermo l’addio ad Andrea, il parroco: “Non sentitevi in colpa”
attualità

A Palermo l’addio ad Andrea, il parroco: “Non sentitevi in colpa”

A Palermo l’addio ad Andrea
Photo via: ANSA

A Palermo l’addio ad Andrea, il bimbo morto a Sharm El Shaikh. Il piccolo ha perso la vita il 2 luglio mentre si trovava in vacanza con i suoi genitori a causa di una sospetta intossicazione alimentare.

Una vera e propria tragedia che ha colpito l’intera Italia che, si è mobilitata per dimostrare tutto il loro grande affetto nei confronti di mamma Rosalia e papà Antonio. Nella mattinata di oggi alle esequie del piccolo erano presenti migliaia di cittadini che hanno abbracciato il dolore della famiglia e di tutti i parenti presenti.

A dare un ultimo saluto ad Andrea anche il sindaco Roberto Lagalla che ha proclamato lutto cittadino in tutta la città di Palermo. Le esequie svolte nella chiesa di San Basilio sono state celebrate dal parroco Don Luciano Fricano che, con amore e con umanità a rilasciato importanti dichiarazioni.

Quest’ultimo ha cercato di alleviare il dolore di tutta la famiglia e dei conoscenti che da giorni piangono la morte del dolce Andrea. La toccante omelia è seguita da palloncini bianchi e fasci di rose che hanno contornato e cercato di ‘alleviare’ il dolore per una perdita così grave.

A Palermo l’addio ad Andrea, le parole del parroco

A Palermo l’addio ad Andrea
Photo via: ANSA

Le parole del parroco hanno toccato il cuore di tutti i presenti e in particolar modo di Antonio e Rosalia che, si trovavano dietro la bara bianca del loro piccolo bimbo.

Durane l’omelia Don Luciano ha spiegato: “In tanti ci siamo chiesti guardando questa piccola bara bianca, ‘ma perché Dio non se ne è preso cura?’. In questo momento non troviamo risposte, ma sappiamo che Dio sta dalla nostra parte. Ci sono eventi che contrastano con la nostra volontà e che possono generare sgomento”.

Quante cose ci insegna Andrea qui in mezzo a noi, ha risvegliato in noi la solidarietà. Avevamo altri impegni oggi, eppure siamo qui. Andrea ci sta insegnando che essere solidali è più importanti di fare altro, riempie il cuore. Stamattina Andrea vi sta facendo una richiesta, di metterlo come sigillo nel cuore. Vi sta chiedendo di portarlo sempre con voi” spiega il parroco alla folla.

Durante il funerale quest’ultimo si è rivolto nei confronti dei genitori spiegandogli quanto non debbano sentirsi in colpa per ciò che è accaduto. “Avete un bambino che sta per nascere, e dategli tanto amore. Non sentitevi in colpa. Andrea ha scelto il nome della sua sorellina, Silvia con la sua vita parlerà ancora di lui”. Parole che hanno fatto riflettere e che hanno alleviato, anche se poco, il dolore di tutta la famiglia.

Related Articles

“Addio principessa”: è morta Caterina, la bambina nata dalla mamma in arresto cardiaco

“Addio piccola principessa” sono alcune delle parole commoventi che ha dedicato il...

Riccardo Faggin, morto a 26 anni dopo la bugia sulla laurea. I genitori: “È anche colpa nostra”

Riccardo Faggin ha perso la vita a soli 26 anni a seguito...

Ruba l’elettricità per il genitore anziano e malato: il giudice lo assolve

Un uomo in provincia di Brescello per diversi anni ha rubato l’energia...

Bambina malata terminale ha poco tempo da vivere, i genitori: “Conserva tutti i ricordi felici”

Bambina malata terminale ha commosso tutto il web con la sua storia...