mercoledì , 30 Novembre 2022
Home Amici a 4 zampe Aveva una zampa storta e nessuno lo voleva adottare: Numb, il cane scalatore che punta al Monte Bianco
Amici a 4 zampe

Aveva una zampa storta e nessuno lo voleva adottare: Numb, il cane scalatore che punta al Monte Bianco

Aveva una zampa storta
Photo via: Milano.Corriere.it

Aveva una zampa storta il piccolo lupo Cecoslovacco che per diverso tempo gli ha impedito di trovare una famiglia per la vita. Il problema fisico del nostro amico a quattro zampe si è manifestato fin dal suo primo anno di vita a seguito di un brutto incidente che l’ha visto protagonista a soli due mesi.

Il dolce e bellissimo Numb dopo diversi mesi di solitudine e di enorme tristezza, è riuscito a trovare il suo papà umano con cui vivere felice. A raccontare la sua dolce e affascinante storia è Thomas Colussa, chef professionale di 40 anni che ha deciso di adottare il pelosetto rivoluzionandogli la vita.

A riportare la loro incredibile storia fatta d’amore ma anche di divertimento è Il Corriere della Sera che, ha svelato come insieme hanno intenzione di scalare il Monte Bianco. Un’idea nata dall’amore che entrambi condividono per le lunghe camminate e che fin da piccolo ha aiutato Numb a rafforzare la sua muscolatura.

Aveva una zampa storta: Numb, il cane scalatore sogna il Monte Bianco

Aveva una zampa storta
Photo via: Milano.Corriere.it

Subito la loro conoscenza è stato spiegato a Thomas quanto fosse importante per il lupo svolgere delle lunghe passeggiate per rafforzare la muscolatura. L’uomo in quel periodo lavorava sulle Dolomiti ed è proprio da qui che è iniziata la passione che li ha resi inseparabili.

Ora il dolce Numb insieme al suo papà umano si sta allenando per scalare il Monte Bianco in primavera. Raggiungere i 4.809 metri di quota, porterebbe il pelosetto a stabilire un nuovo record così da entrare nel Guiness dei primati.

Le loro giornate e le lunghe passeggiate di Numb e di Thomas hanno conquistato anche TikTok dove l’uomo è seguito da più di 25mila follower.

È proprio lui a Il Corriere della Sera ad affermare: “Mi avevano traferito a Siena in un primo momento, ma non Numb vedevo che soffriva. Non riusciva proprio a starci senza le montagne. Sembrava un animale in gabbia. Così ho deciso di accettare un lavoro a Livigno”.

Insieme hanno iniziato con piccole tappe come la Cima Piazzi al Pizzo Scalino, per poi passare al Gran Sasso e alla Tofana di Rozes. Ora inseparabili il dolce Numb e Thomas Collusa si stanno allenando per scalare il grande Monte Bianco. Entrambi inoltre, sono testimonial di un centro riabilitativo per persone disabili nella Verbania.

Related Articles

Bob, il cane che ritrova la vista dopo l’operazione: la reazione quando incontra il suo papà umano

Bob è il cagnolino protagonista della storia a lieto fine che oggi...

La triste storia di Yuki, l’unico superstite della famiglia morta nella frana di Ischia

La triste storia di Yuki in queste ultime ore ha commosso il...

Merlin ceduto dal proprietario perché troppo vivace diventa pompiere, la storia a lieto fine

La storia del cane Merlin di cui vogliamo parlarvi oggi vi scalderà...

In cucina sentono un miagolio, la scoperta: C’è un gatto intrappolato nel muro

In cucina sentono un miagolio provenire dal muro ma i proprietari dell’appartamento...