venerdì , 2 Dicembre 2022
Home attualità Bambina di 7 anni in terapia intensiva dopo l’inserimento di un sondino: “Le hanno perforato un polmone”
attualità

Bambina di 7 anni in terapia intensiva dopo l’inserimento di un sondino: “Le hanno perforato un polmone”

Bambina di 7 anni in terapia intensiva

Bambina di 7 anni in terapia intensiva dopo l’inserimento di un sondino gastrico all’interno della clinica Burlo Garofolo di Trieste.  La tragedia avvenuta nel nord Italia ha coinvolto una bimba ricoverata lo scorso 28 giugno nel reparto di pediatria della struttura.

La piccola era stata portata dalla propria mamma nell’Ospedale per svolgere una semplice colonscopia che, a causa dei dottori è finita in tragedia. A denunciare la struttura è la madre della creatura che, chiede giustizia e verità in merito all’incidente che le ha provocato la perfezione del polmone destro.

La donna subito dopo lo sbaglio dei medici ha deciso di sporgere querela sostenuta e seguita dall’avvocato Sara Pecchiari.

Quest’ultima ha accusato la struttura nei confronti di un presunto ritardo avvenuto durante la gestione del cambio turno che, ha peggiorato le condizioni della figlia.

Bambina di 7 anni in terapia intensiva dopo l’inserimento di un sondino

Bambina di 7 anni in terapia intensiva

Stando a quanto riportato dalla mamma della piccola, essa si trovava nell’Ospedale materno infantile per un semplice esame andato nel peggiore dei modi. “Una perforazione del polmone destro a causa di un errore con conseguente collasso di entrambi i polmoni mentre si applicava un sondino naso-gastrico” spiega la donna.

Il genitore prosegue spiegando: “Mia figlia era ormai cianotica ed è stata portata d’urgenza in Rianimazione, intubata”. A riportare per primo la brutta tragedia avvenuta a Trieste è Il Piccolo, che ha raccolto le parole della madre e la denuncia nei confronti della struttura.

Alla denuncia della donna è arrivata la risposta pubblica da parte l’Irccs che ha spiegato: “La direzione del Burlo ha ricevuto la notizia dell’evento, che ha colpito tutti lasciando in ciascuno una profonda amarezza. La sicurezza dei pazienti è da sempre un obiettivo prioritario”.

In un breve nota l’Ospedale ha voluto poi spiegare le condizioni della piccola: “Mai stata in pericolo di vita. Sono migliorate notevolmente. È stata disintubata e respira automaticamente”.

Nei prossimi giorni la donna aggiornerà l’Italia in merito alle condizioni della sua bambina. Inoltre di ciò che realmente è accaduto durante la piccola operazione a cui, si era sottoposta.

Related Articles

“Addio principessa”: è morta Caterina, la bambina nata dalla mamma in arresto cardiaco

“Addio piccola principessa” sono alcune delle parole commoventi che ha dedicato il...

Riccardo Faggin, morto a 26 anni dopo la bugia sulla laurea. I genitori: “È anche colpa nostra”

Riccardo Faggin ha perso la vita a soli 26 anni a seguito...

Ruba l’elettricità per il genitore anziano e malato: il giudice lo assolve

Un uomo in provincia di Brescello per diversi anni ha rubato l’energia...

Bambina malata terminale ha poco tempo da vivere, i genitori: “Conserva tutti i ricordi felici”

Bambina malata terminale ha commosso tutto il web con la sua storia...