martedì , 29 Novembre 2022
Home Salute Dormire sul divano dopo pranzo allunga la vita
Salute

Dormire sul divano dopo pranzo allunga la vita

dormire-sul-divano-allunga-vita

“Un pisolino al giorno allunga la vita”. Una ricerca spiega i vantaggi “Mantiene pulite arterie e cuore”. Dormire sul divano, il classico pisolino dopo pranzo, aumenta l’aspettativa di vita? A discutere degli effetti benefici di questo semplice gesto è stata l’European Society of Cardiology.

Tutti noi, alla fine, sappiamo che dormire è importante, Schiacciare un pisolino dopo pranzo avrebbe effetti positivi sul nostro organismo.

In poche parole, nel momento in cui ci addormentiamo, aiutiamo le arterie a mantenersi pulite. Una scoperta che ci ha lasciati davvero stupiti in positivo, soprattutto perché in tanti si riposano dopo aver pranzato, prima di tornare al lavoro.

Inoltre, manteniamo stabile la pressione e aiutiamo il cuore a regolarizzarsi. A dirigere la ricerca è Manolis Kallistratos, che lavora come cardiologo all’Asklepieion Voula General Hospital ad Atene. Che cosa hanno scoperto sul sonno di preciso?

Per supportare lo studio, ha approfondito anche i pareri dei grandi del passato. “Nonostante il poeta William Blake fosse convinto che bisognasse pensare al mattino, agire a mezzogiorno, mangiare la sera e dormire la notte, i riposini a metà giornata sembrano avere davvero dei benefici.

Dormire sul divano: benefici per la pressione

Due importanti politici britannici erano grandi fan del pisolino. Winston Churchill diceva sempre che bisogna dormire un po’ tra il pranzo e la cena.

Mentre Margaret Thatcher non amava essere disturbata intorno alle 3 del pomeriggio. Secondo la nostra ricerca, entrambi avevano ragione: il pisolino a metà giornata riesce ad abbassare la pressione, agendo da antipertensivo naturale.”

Alla ricerca hanno preso parte 368 persone, affette da ipertensione. Hanno notato un abbassamento dei livelli della pressione anche in chi non aveva mai dormito dopo pranzo.

La percentuale del livello di abbassamento è del 5% e, anche se ci sembra bassa, può già influire positivamente sul nostro stato di salute, prevenendo infarti e ictus.

La ricerca conferma che dovremmo dormire almeno un’ora dopo pranzo, anche se il Dottor Kallistratos stesso riconosce che non è sempre possibile, poiché dipende dai turni di lavoro e tanto altro. Può essere un modo per contrastare i disturbi del sonno.

Related Articles

Bassetti Covid, l’allarme in vista del Natale “Rischio altissimo”

Bassetti Covid, il noto infettivologo lancia l’allarme per l’epidemia. A poco più...

Ti svegli al mattino e hai tanta sete? Attenzione, potresti soffrire di questa patologia

Ti svegli al mattino con tanta sete, non sottovalutare questo perchè potrebbe...

Infarto sintomi: ecco quelli che non dovresti sottovalutare

Infarto sintomi. L’infarto e le altre malattie cardiovascolari sono la prima causa...

Mani gonfie: ecco le cause più comuni e come risolvere il problema

Indipendentemente dall’età può capitare a tutti di svegliarsi con le mani gonfie....