martedì , 29 Novembre 2022
Home Emozioni Odio la maternità, ma amo mio figlio
Emozioni

Odio la maternità, ma amo mio figlio

Odio la maternità, ma amo mio figlio

Odio la maternità” è una profonda riflessione. Sul tema della maternità purtroppo al mondo ci sono delle opinioni contraddittorie. A parlarne è stata un’esperta, ovvero una nota sociologa israeliana Orna Donath.

Ha deciso di condurre alcune ricerche al riguardo esponendo i suoi risultati sul Regretting mothernhood: sociopolitical analysis, che pare però abbia fatto scandalo.

Dopo la sua diffusione in paesi quali la Germania o la Francia dove la maternità è venerata e sostenuta dalle istituzioni, con tanto di aiuti sia dal punto di vista sociale che economici. Lo studio in realtà parla del pentimento di essere madri, un tema che inevitabilmente è molto discusso.

Ebbene lo studio in questione, pare abbia suscitato parecchie critiche perché trattasi di madri che hanno raccontato la propria esperienza, vissuta in modo negativo;  nello specifico la sociologa ha analizzato il modo in cui una donna o meglio una madre vive la maternità in modo negativo.

Odio la maternità

Si tratta di donne che nella maggior parte dei casi hanno dichiarato di amare moltissimo i propri figli, di prendersene cura. Per diverse cause non hanno vissuto l’esperienza della maternità in modo positivo.

Soprattutto questa esperienza per loro non si è rivelata piuttosto soddisfacente, piuttosto frustante. Quando una donna e dunque una madre espone questo sentimento, nella maggior parte dei casi viene giudicata.

In realtà prima di farlo bisognerebbe domandarle qual è il suo pensiero al riguardo. Dunque bisognerebbe ascoltarla e capire quali sono le motivazioni che stanno alla base del suo pensiero e del suo vivere la maternità in modo negativo.

La celebre attrice francese Anèmone ha dichiarato che si è identificata nelle donne descritte nel saggio della nota sociologa, ovvero in quelle donne che hanno dichiarato di amare i propri figli ma non la maternità.

Nello specifico l’attrice ha raccontato di aver tenuto sempre alla sua indipendenza, ma che inevitabilmente questa è venuta meno con la maternità.

Pensieri negativi

Molte donne hanno riferito di essersi sentite molto sole e di avere avuto pensieri negativi. Nel senso che alcune pare abbiano pensato di non aver preso la decisione giusta, nel contempo però dicono di aver avvertito un vuoto e un sentimento di vergogna.

Soltanto perchè non sapevano a cosa sarebbero andate incontro, ovvero dopo essere diventate madri. Ma a cosa sono dovuti questi sentimenti negativi? Sono tante le cause, tra le quali citiamo le alte aspettative, gli obblighi sociali e morali, il mondo del lavoro.

Alcune donne hanno timore di non riuscire più a recuperare la forma fisica, proprio ora che sui social si è diffusa la moda del Fi Moms ovvero mostrare la gravidanza con un corpo perfetto.

A tal riguardo, al giorno d’oggi esistono molti movimenti sociali che sostengono le donne in gravidanza, alle quali ogni donna può rivolgersi per avere un sostegno morale.

Related Articles

A te che ti senti abbandonato e disperato, leggi, Dio non ti abbandona mai

A te che ti senti abbandonato e disperato vogliamo dedicare questa bellissima...

E’ vero amore se tra te e il tuo compagno ci sono questi comportamenti. Scopri quali

Se nella coppia si hanno questi comportamenti allora potrebbe essere vero amore. L’amore...

Teresita Castillo, una bimba malata di cancro diventa la Santa protettrice dei bambini in missione

Teresita Castillo De Diego, la Santa protettrice dei bambini. Non tutti forse...