martedì , 29 Novembre 2022
Home lifestyle Dire grazie non è cortesia: ecco perché la gratitudine è un sentimento allegria
lifestyle

Dire grazie non è cortesia: ecco perché la gratitudine è un sentimento allegria

dire-grazie-cortesia

Dire grazie non è cortesia: ecco perché la gratitudine è un sentimento allegro. Sarà capitato sicuramente a moltissime persone, in diverse occasioni, di ringraziare qualcuno per qualcosa che ha fatto per voi. Ad esempio in occasione di una festa, per un regalo ricevuto oppure quando questo qualcuno vi ha fatto un favore.

Insomma ad oggi sembrano esservi delle situazioni ben precise per ringraziare e mostrare quindi gratitudine nei confronti di altre persone. Inoltre, va precisato, che  in molte occasioni tale gratitudine non arriva dal profondo del cuore. E infatti sono veramente poche le circostanze in cui si pronuncia grazie con convinzione.

In realtà sono molte le persone che credono che sia giusto così ovvero dire grazie a qualcuno in delle circostanze ben definite. Oppure semplicemente restituire il favore ad una persona che si è dimostrata disponibile nei nostri confronti.

Ma in realtà, in tutte queste occasioni, ci si dimentica che proprio la gratitudine rappresenta una forza straordinaria grazie alla quale è possibile godere di una migliore salute mentale.

La gratitudine è un sentimento molto allegro la cui grandezza va oltre il semplice dire grazie; bisogna dire grazie quando si è felici e soddisfatti.

Dire grazie: perché è importante

dire-grazie-cortesia

Bisogna ringraziare qualcuno quando si è consapevoli di aver ricevuto più di quello che si è dato, ma per molte persone ringraziare qualcun’altro rappresenta un vero e proprio sacrificio mentre tante altre non ne sentono assolutamente la necessità.

Sono in molti a credere di non dover ringraziare nessuno in quanto in determinate circostanze non hanno ricevuto l’aiuto che speravano. Credono che gli altri siano sempre in debito nei loro confronti.

Si aspettano molto da queste persone per cui nel momento in cui non ricevono quello che si aspettavano sentono di non dover ringraziare. Ma al contrario pensano che proprio queste persone dalle quali non hanno ricevuto aiuto siano in debito con loro.

Va precisato che proprio il  ringraziamento rappresenta un’esperienza di soddisfazione che genera allegria e felicità e quindi la gratitudine può essere intesa come un vero e proprio potere che appartiene al mondo del dare e non a quello del ricevere. Un gesto che nobilita il cuore di chi riesce, appunto, a dire grazie.

Dire grazie significa essere grati a qualcuno per qualcosa  e soltanto le persone che sono umili riescono a comprenderne il vero senso, riescono quindi a capire che nessuno è in debito con loro  ma che al contrario se non fosse per le azioni di altre persone forse ad oggi non saremmo ancora vivi e che quindi bisogna sempre dire grazie con il cuore.

Related Articles

Charlotte di Cambridge al funerale della bisnonna: per la prima volta in completo nero

Charlotte di Cambridge ha partecipato al funerale della sua bisnonna Elisabetta insieme...

Persone freddolose, ecco cosa fare per evitare di avere sempre freddo

Vi definite delle persone freddolose? Non preoccupatevi: non siete soli. Sono in...

Michelle Hunziker ringiovanita di 20 anni: ecco il suo segreto a meno di 20 euro

Michelle Hunziker ringiovanita di 20 anni sfoggia un meraviglioso look rosa all’interno...

Suor Andrè, ecco la suora più anziana al mondo che ogni mattina va ancora a messa

Suor André, la religiosa più anziana del mondo, «Dio non mi lascia...