venerdì , 2 Dicembre 2022
Home Salute Sindrome premestruale e di stanchezza: di cosa si tratta
Salute

Sindrome premestruale e di stanchezza: di cosa si tratta

Sindrome premestruale e di stanchezza: di cosa si tratta

Che cos’è la sindrome premestruale e quali sono le sue conseguenze. Non si tratta di una malattia, ma di una costellazione di sintomi che il nostro corpo manifesta come reazione a qualcosa al quale l’organismo reagisce con sofferenza.

Le donne soffrono soprattutto della sindrome premestruale, sintomi che si manifestano ad ogni modo con instabilità emotiva, nervosismo pronunciato e volte anche molto fastidioso, accompagnati da altri sintomi.

Ad esempio, tra le altre problematiche, citiamo dolori ai muscoli e cefalea. Talvolta alcune donne anche 10 giorni prima dell’inizio del ciclo, cominciano a percepire uno scombussolamento irritativo. Una grande stanchezza e dolori sparsi in tutto il corpo.

Solitamente questi sintomi tendono a svanire con l’arrivo del ciclo. A questi sintomi si aggiunge anche la ritenzione idrica. Va anche detto che nel periodo antecedente l’arrivo del ciclo, è possibile anche che si verifichi uno squilibrio elettrolitico dei minerali nel sangue.

Come abbiamo già detto, questi sintomi tendono a svanire una volta arrivato il ciclo e la persistenza e la durata di questi, possono variare da donna a donna ma molte volte anche da ciclo a ciclo.

Sindrome premestruale: cos’è

Così come per altre sindromi, anche per questo esistono dei rimedi e nello specifico delle forme più leggere sono sufficienti degli integratori con un complesso vitaminico B. In particolare con il complesso B necessario alla sintesi di serotonina da parte dell’organismo.

Magnesio accompagnato da doppia dose di potassio per combattere i mal di testa e crampi addominali e muscolari alle gambe e ai piedi. Evitare di assumere in dosi eccessive il cloruro di sodio, che dovrebbe migliorare la fisiologia della ritenzione idrica.

Nel caso in cui questi sintomi dovessero manifestarsi in modo piuttosto pesante è bene rivolgersi ad uno specialista. Vi sottoporrà ad una terapia ormonale con l’assunzione di estrogeni orari.

Le donne però oltre alla sindrome premestruale, soffrono anche della sindrome di stanchezza femminile. Per lo più frequente in primavera, a causa del cambiamento del clima ma anche dell’effetto armonico. Fattori che tendono a determinare alcuni sintomi tra i quali stanchezza, disturbi del sonno, dell’appetito, mal di testa.

Questi sono dovuti al cambiamento climatico. Cambiamenti che inevitabilmente si intrecciano con uno stato di malessere psicologico di fondo che il corpo rivela in modo confuso.

In questo caso, il medico può intervenire sottoponendo la paziente con trattamento ormonale con estrogeni e progestinici. Oltre che consigliare un momento di pausa e relax chiedendo aiuto possibilmente con uno specialista nel settore.

Related Articles

Scattano le multe per i no vax over 50: sanzioni in arrivo a dicembre, ecco le regioni più colpite

Scattano le multe per i no vax over 50, sanzioni in arrivo...

Bassetti Covid, l’allarme in vista del Natale “Rischio altissimo”

Bassetti Covid, il noto infettivologo lancia l’allarme per l’epidemia. A poco più...

Ti svegli al mattino e hai tanta sete? Attenzione, potresti soffrire di questa patologia

Ti svegli al mattino con tanta sete, non sottovalutare questo perchè potrebbe...

Infarto sintomi: ecco quelli che non dovresti sottovalutare

Infarto sintomi. L’infarto e le altre malattie cardiovascolari sono la prima causa...