venerdì , 9 Dicembre 2022
Home Amici a 4 zampe Colpito da ictus, torna a parlare quando vede il suo cane
Amici a 4 zampe

Colpito da ictus, torna a parlare quando vede il suo cane

colpito da ictus

In ospedale dopo un ictus, vede il suo cagnolino e torna a parlare. Questa è la storia di un uomo che quando ha rivisto la sua cagnolina Phoebe è riuscito a parlareL’uomo, colpito da un ictus, era ricoverato all’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze.

L’incontro tra l’uomo e il suo cane è stato organizzato dall’assistenza infermieristica che ha avviato un progetto chiamato Pet Visiting. Questo si pone un obiettivo ben specifico, ovvero dare sollievo ai pazienti che purtroppo non possono muovesi e sono costretti a rimanere distanti dai loro amici a quattro zampe.

Tutto il personale medico dell’ospedale Santa Maria Nuova di Firenze, con a capo Paola Poggiali, ha organizzato tutto per accogliere Phoebe.

E’ questo il nome del cagnolino. Prima dell’incontro, sono state seguite tutte le procedure di igiene e sicurezza per tutelare la salute del paziente e di tutti gli altri ricoverati. Per questo ci si è accertati che il cane fosse in regola con le vaccinazioni ed è stato richiesto il libretto.

Colpito da ictus torna a parlare dopo l’incontro con il suo cane

L’incontro tra il cane e il suo padrone è stato davvero commovente. Il cagnolino entrato in stanza, ha iniziato a scodinzolare per la gioia di aver rivisto il suo padrone. Poi si è avvicinato a lui ed ha appoggiato la testa sulle gambe dell’uomo che ormai non vedeva da parecchio tempo.

Tutti i presenti sono rimasti parecchio colpiti da questo incontro, che però non è il primo che avviene all’interno dell’ospedale. A parlare di questo è stata la Dottoressa Francesca Ciraolo, che è il direttore del Presidio Ospedaliero.

Questa ci ha tenuto a ringraziare tutto il personale che ha permesso in questa occasione e in tante altre di poter portare nei reparti animali di affezione.

“Non è la prima volta che accade di portare gli animali di affezione nei nostri reparti, anche quelli più critici come le terapie intensive.

Ringrazio il personale per la disponibilità ad assecondare e promuovere questo importante progetto che rappresenta un valore aggiunto nella nostra assistenza agli ammalati“. Queste le parole dichiarate dalla Dottoressa.

Il progetto Pet Visiting

Questo progetto è stato pensato e messo in atto dal dipartimento infermieristico. Hanno collaborato anche le direzioni sanitarie di Presidio e l’area veterinaria.

Sembra che diversi presidi ospedalieri appartenenti all’Azienda abbiano deciso di adottarlo.  La storia dell’incontro del cane e del suo padrone è diventata virale e ha fatto tanto commuovere.

Se hai trovato interessante la notizia, condividila sui social con i tuoi amici.

Related Articles

I cani vedono gli spiriti: Scopriamo il perché

I cani vedono gli spiriti? Questa è una delle domande più ricercate...

Kika, il video del cane guida che aiuta il padrone rimasto cieco a salire le scale mobili

La storia che stiamo per raccontarvi oggi ha dell’incredibile e dimostra ancora...

Il cane ulula di felicità quando scopre di essere stato adottato dopo 1250 giorni in rifugio

Il cane ulula di felicità dopo aver trascorso più di 1250 giorni...

Bob, il cane che ritrova la vista dopo l’operazione: la reazione quando incontra il suo papà umano

Bob è il cagnolino protagonista della storia a lieto fine che oggi...